Il fotovoltaico, cos'è e come funziona Un impianto fotovoltaico è un impianto elettrico che sfrutta l'energia solare per produrre energia elettrica mediante il cosiddetto effetto fotovoltaico: un fenomeno che può avvenire quando una radiazione elettromagnetica investe un particolare materiale, consentendo agli elettroni più esterni degli atomi colpiti di allontanarsi dall'atomo di origine e di essere sfruttati per generare corrente. Attraverso un impianto fotovoltaico è quindi possibile generare in modo autonomo energia elettrica. E' tuttavia improbabile che, tanto in ambito domestico quanto in ambito lavorativo, la quantità di energia prodotta da un impianto fotovoltaico possa coincidere sempre ed esattamente con la quantità di energia elettrica di cui si ha bisogno. Qualora venisse prodotta energia in eccesso rispetto al proprio fabbisogno è possibile collegare il proprio impianto fotovoltaico alla rete pubblica di distribuzione dell'energia elettrica, così da cedere l'energia in eccesso e ottenere l'energia in difetto nei momenti di maggior consumo o addirittura vendere l'energia prodotta al gestore della rete.


   Funzionamento impianto fotovoltaico


Un impianto fotovoltaico è costituito essenzialmente da 3 componenti principali: modulo fotovoltaico, inverter, contatori. Compito del modulo fotovoltaico è quello di trasformare la fonte luminosa in corrente continua che viene inviata, a seconda del tipo di impianto, verso l'accumulatore o verso l'inverter che la trasforma in corrente a 220V per immetterla nella rete. Gli impianti fotovoltaici possono essere classificati in tre categorie: connessi alla rete, ad isola (o stand alone) o misti. Il primo prevede l'immissione della corrente prodotta direttamente dai moduli alla rete, passando attraverso un contatore in uscita che la quantifica per il riconoscimento degli incentivi; l'impianto ad isola è caratterizzato dalla mancanza di un collegamento diretto con la rete pubblica e per questo necessita di accumulatori o batterie per immagazzinare l'energia prodotta; infine c'è la soluzione mista che prevede un piccolo accumulatore accanto all'impianto connesso alla rete, da utilizzare in caso di black out.


             Una nostra insallazione                  Una nostra insallazione


Un impianto fotovoltaico può essere installato ovunque, senza problemi particolari, gli unici fattori da tenere in considerazione sono la disponibilità di superfici su cui installare i pannelli senza ostacoli all' esposizione del sole; le dimensioni e l'orientamento di tali superfici e lo spazio per installare inverter e fili. Una volta installato, l'impianto è praticamente autosufficiente; i moduli fotovoltaici hanno una vita che va dai 50 ai 100 anni, anche se è plausibile pensare che dopo 25/30 anni ci siano possibili riduzioni di efficienza a causa dell' obsolescenza della tecnologia; gli unici interventi aggiuntivi sarebbero legati solo ad eventi calamitosi o vandalici.

Catalogo fotovoltaico


 

Il Conto Energia è finito? Il fotovoltaico no! Il conto energia,il sistema che prevedeva una tariffa incentivante sull’energia prodotta da impianti fotovoltaici è finito, ma il fotovoltaico continua ad essere conveniente anzi se analizziamo alcuni aspetti per una famiglia media italiana è più conveniente, vediamo il perché:
  • Con il sistema del conto energia gli impianti avevano un costo molto alto e quasi sempre la famiglia ha fatto ricorso a dei prestiti bancari a lungo termine, questo ha fatto si che la famiglia pur non anticipando nessuna spesa ha contratto un prestito bancario e quindi si trova esposta con un istituto di credito per 10/15 anni, durante tale periodo la tariffa incentivante serve a pagare la rata della banca ed il nucleo familiare gode dello Scambio Sul Posto o del premio autoconsumo che gli permette di risparmiare sull’energia consumata. Al termine del finanziamento bancario la tariffa incentivante torna ad essere ad esclusivo uso del cliente ma solo sino al ventesimo anno di età dell’impianto.
     
  • Oggi senza conto energia gli impianti costano molto meno e godono della possibilità della detrazione fiscale del 50% della spesa sostenuta e pertanto una famiglia media riesce a fare l’investimento con i propri mezzi o con esposizioni bancarie molto piccole. Il beneficio che ne ha è sempre quello del risparmio energetico ed il tempo di rientro della spesa si aggira in torno ai 5-6 anni, però la famiglia non si trova esposta, o lo si trova per un periodo di tempo molto breve, a dei prestiti bancari liberandola da vincoli e restrizioni.
     
  • Oggi senza conto energia si sono ridotti i costi ed i tempi di burocrazia, pertanto si realizzano impianti in tempi più brevi e con meno spesa
     
  • Oggi chi realizza un impianto fotovoltaico non ha il vincolo del GSE che per 20 anni non può modificare il tipo di impianto, la posizione, la potenza l’integrazione ecc.ecc

Per questo noi crediamo fortemente che per la famiglia italiano oggi il fotovoltaico E’ PIU’ CONVENIENTE di prima.

 
- |     Impianti fotovoltaici Ogliastra    |    Impianti fotovoltaici Sardegna    |    Fotovoltaico Ogliastra    |    Fotovoltaico Sardegna    |    Ogliastra    |    Sardegna    | -